Diagnostica e conservazione

Monitoraggio della Pietà Rondanini di Michelangelo

L’attività di diagnostica e monitoraggio della Pietà Rondanini di Michelangelo è stata condotta a supporto dell’ultimo intervento conservativo di pulitura ed è proseguita nel tempo per studiare l’evoluzione delle superfici marmoree. L’obiettivo dell’attività è la valutazione degli effetti di deposizione del particolato e di possibile alterazione cromatica, anche in relazione alle diverse condizioni di finitura dell’opera, ed in vista della sua collocazione definitiva.

Referente: Lucia Toniolo

  • M. T. Fiorio, L. Toniolo (a cura di), “La Pietà Rondanini: Il Michelangelo di Milano. Conoscenza e Conservazione”. Quaderni del Castello Sforzesco n. 6, Comune di Milano, 2006
Mi fuma il cervello, autoritratto di alighiero Boetti

Questa statua in bronzo di alighiero Boetti rappresenta un caso studio molto particolare, in quanto, quando è in mostra, è sottoposto a condizioni critiche e inusuali. Le elevate temperature e la continua formazione di depositi calcarei rendono difficile la protezione e richiedono frequenti interventi di pulitura. Per questo motivo si è proposto e testato un metodo di protezione basato sull’uso di rivestimenti protettivi sacrificali, che facilitino la rimozione del calcare e proteggano i dettagli scultori nel corso delle operazioni di pulitura. Il lavoro è stato svolto in collaborazione con il laboratorio della Fonderia Artistica Battaglia. (http://www.fonderiabattaglia.com)

Referente: Sara Goidanich

  • Laura Rosetti, Davide Gulotta, Bruna Mariani, Edoardo Guerrini, Stefano Trasatti, Lucia Toniolo, Sara Goidanich, “Mi Fuma il Cervello”: The Challenging Conservation of Alighiero Boetti Selfportrait, Scienza e Beni culturali XXXI – Metalli in Architettura, Conoscenza, Conservazione, Innovazione, 711-723, 30 giugno – 3 Luglio 2015, Bressanone, Italia, ISBN 978-88-95409-19-1
Diagnostica per la conservazione di opere bronzee del Cimitero Monumentale

Il gruppo di ricerca affianca i restauratori in tutte le fasi di restauro di una serie di statue bronzee del Cimitero Monumentale, di proprietà del Comune di Milano, includendo: diagnostica pre-intervento con metodologie non invasive e micro distruttive, valutazione dei metodi di pulitura e protezione, monitoraggio nel tempo post intervento. Il progetto è iniziato nell’estate del 2014.

Referente: Sara Goidanich

Applicazione di gel di agar per la pulitura di superfici lapidee del patrimonio culturale

La ricerca di metodi di pulitura sempre più rispettosi delle opere e, al tempo stesso, non nocivi nei confronti degli operatori e dell’ambiente, ha trovato nell’applicazione dei gel di agar un’importante direzione di sviluppo per una progettazione sostenibile dell’intervento di restauro. La sperimentazione condotta sulle superfici del Tornacoro del Duomo di Milano ha confermato che i gel di agar possono fornire un’efficace risposta alla richiesta specifica di una metodologia capace di rimuovere, in maniera controllata, tutti i depositi, nel pieno rispetto del substrato marmoreo. (Progetto concluso nel 2015)

Referente: Davide Gulotta

  • D. Gulotta, D. Saviello, F. Gherardi, L. Toniolo, M. Anzani, A. Rabbolini, S. Goidanich. (2014). Setup of a sustainable indoor cleaning methodology for the sculpted stone surfaces of the Duomo of Milan. Heritage Science 2(6), pp. 1-13. http://www.heritagesciencejournal.com/content/2/1/6
Monitoraggio e conservazione della Porta del Paradiso del Ghiberti

Il progetto ha riguardato inizialmente la selezione del metodo ottimale che permettesse di esporre la Porta al pubblico e allo stesso tempo ne garantisse la protezione. Attraverso l’uso di sensori galvanici è stato possibile verificare che un ambiente a bassa umidità relativa poteva garantire lo stesso livello di protezione di un’atmosfera inerte saturata con azoto. I sensori galvanici sono inoltre stati utilizzati per monitorare l’effetto del microclima sulla porta all’interno della teca per tre anni. (Progetto concluso nel 2014)

Referente: Sara Goidanich

  • S. Goidanich et al., Corrosion Evaluation of Ghiberti’s “Porta Del Paradiso” in Three Display Environments, in Proceedings of Metal 2010, International Conference on Metal Conservation, Interim meeting of the international council of museums committee for conservation metal working group, October 11-15, Charleston, South Carolina, USA, 151-159, 2010, ISBN 978-0-9830399-0-7
  • Andrea Cagnini, Simone Porcinai, Roberto Boddi, Laura Brambilla, Sara Goidanich, Alessandra Bonazza, Monitoraggio all’interno della vetrina, in Il Paradiso ritrovato – Il restauro della Porta del Ghiberti, p. 341-345, a cura di Annamaria Giusti, ed. Mandragora s.r.l., 2015, ISBN 978-88-7461-247-5
  • https://sites.google.com/site/bronzidoratiprin2009/